Cisl Napoli approda su napoliwelfare

0
188

Il nostro Paese sta affrontando uno dei periodi più difficili dal dopoguerra a causa del dilagare del Coronavirus, un’emergenza sanitaria inaspettata, drammatica per il numero di vittime. Alla quale seguirà purtroppo un periodo di forte recessione più o meno prolungato.

In questa fase così delicata, nel riconoscere che la piattaforma territoriale “napoliwelfare” promossa da Proodos – Consorzio di cooperative sociali, una rete sociale che da 20 anni opera a servizio delle comunità sul territorio metropolitano, sia un’ottima opportunità, in ottica di welfare territoriale e aziendale, per i cittadini, i lavoratori e le aziende che intendono offrire, oggi in maniera particolare, sostegno ai propri lavoratori, il Caf e il Patronato Inas della Cisl di Napoli hanno messo i loro servizi  a disposizione della stessa piattaforma.

L’obiettivo è quello di voler rafforzare la nostra responsabilità nella realizzazione di un equilibrio tra sviluppo economico e compatibilità sociale.

Da sempre la Cisl di Napoli insieme ai suoi servizi cerca di realizzare una rete di offerta che, cosciente della dimensione “plurale e multidimensionale” della nostra organizzazione, vuole essere capace di diventare sentinella del bisogno, in grado di offrire risposte anche fuori dall’ambito contrattuale.

Il Caf e il Patronato Inas della Cisl di Napoli sono una porta di accesso al cittadino in grado di:

  • intervenire nelle specificità del welfare territoriale
  • dare informazioni in merito ai diritti, alle prestazioni, alle modalità di accesso ai servizi, conoscere le risorse sociali e sanitarie disponibili nel territorio;
  • fornire dunque una prima accoglienza ed una prima valutazione del bisogno;
  • diventare un punto di riferimento importante per i lavoratori e i cittadini, offrendo un aiuto concreto per la tutela dei diritti.

L’obiettivo congiunto di Cisl e del Consorzio Proodos è quello di sostenere i percorsi di resilienza dei cittadini, delle famiglie e dei lavoratori.

Si lavora insieme per sviluppare nuovi modelli di servizi/interventi che favoriscano vera inclusione sociale e creino valore condiviso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here